fg_15ott-31dic
Trend e Consumi

Prezzi di nocciole e frutta fresca, lavori al via

nocciola
Redazione
Scritto da Redazione

Il 1° ottobre si attiveranno nuove commissioni ad hoc richieste da Coldiretti Cuneo.

Concluse in Camera di Commercio le ultime formalità, prenderanno il via tra alcuni giorni i lavori delle nuove Commissioni volute da Coldiretti Cuneo, in linea con Unioncamere, per la rilevazione dei prezzi di frutta fresca e nocciole.

A comunicarlo è una nota della medesima associazione agricola, che con il delegato confederale della sezione di Cuneo, Roberto Moncalvo, spiega: “Dopo mesi di lavoro, questo è un grande risultato ottenuto da Coldiretti, che contribuirà a portare trasparenza lungo le filiere frutticola e corilicola a tutela dei produttori agricoli. Per la frutta fresca, in particolare, ci auguriamo che il lavoro della Commissione possa far emergere ufficialmente e tempestivamente sia la quotazione del prodotto in campo sia il prezzo del prodotto condizionato”.

Mentre sinora è stato l’Ufficio Studi e Statistica camerale a rilevare le quotazioni di frutta fresca e nocciole, d’ora in poi la parte venditrice e quella acquirente si confronteranno periodicamente nelle specifiche Commissioni e rileveranno i prezzi sulla piazza di Cuneo, come già accade per cereali e bovini.

“Crediamo che il contraddittorio tra le parti sia la formula migliore per ottenere una rilevazione più puntuale e rispondente al reale andamento dei mercati, a beneficio degli operatori di due filiere tanto importanti per l’economia cuneese” spiega Moncalvo.

La Commissione nocciole sarà operativa in particolare da lunedì 30 settembre. Si riunirà, presso la sede decentrata di Alba della Camera di Commercio, con cadenza mensile, mentre tra fine agosto e fine settembre sarà convocata ogni settimana.

Per la frutta fresca i lavori inizieranno martedì 1° ottobre; la Commissione si riunirà, presso la sede decentrata di Saluzzo della Camera di Commercio, con cadenza quindicinale nel periodo estivo e mensile nel periodo invernale.

I componenti delle Commissioni, di parte agricola e di parte acquirente, resteranno in carica per tre anni.

Scrivi un Commento