Trend e Consumi

Accordo Coldiretti – Noberasco, ora è il momento dei mirtilli

coldiretti logo
Redazione
Scritto da Redazione

L’associazione agricola: “E’ un’intesa che porta reddito agli agricoltori e assicura qualità e trasparenza ai consumatori”.

“Si rafforza l’accordo Coldiretti-Noberasco che porta reddito agli agricoltori e assicura qualità e trasparenza ai consumatori”. Con queste parole Coldiretti Cuneo commenta in una nota l’intesa raggiunta tra l’associazione agricola e l’azienda ligure, leader nella lavorazione di frutta secca ed essiccata.

“Al via – prosegue Coldiretti – la prima fornitura di 30.000 chili di mirtilli dal cuneese e dal resto del Piemonte verso la Liguria. È il secondo atto dell’accordo di filiera tra Coldiretti e il colosso ligure Noberasco per la fornitura e la trasformazione della frutta piemontese, che da alcuni mesi coinvolge già le mele. Si aprono, così, nuove opportunità di crescita per le aziende agricole cuneesi che sempre più investono sulla coltivazione del mirtillo, alla luce delle buone rese produttive e remunerative, abbinate alla crisi di altre specie frutticole tipiche del Cuneese come pesco e kiwi.

Se nel 2006 si contavano 120 ettari dedicati e 390 aziende in tutto il Piemonte, oggi la superficie a mirtillo arriva a 600 ettari, condotti da oltre 1.000 aziende. La maggior parte degli ettari, oltre 400, si concentra in Provincia di Cuneo e coinvolge 700 aziende”.

“Un ulteriore passo avanti per valorizzare la produzione frutticola locale – commenta Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo – che dimostra la volontà di continuare a lavorare in sinergia con l’azienda ligure che ha sposato, anche attraverso l’adesione a Filiera Italia, la filosofia della sana alimentazione, della trasparenza e della sostenibilità. Grazie a questo accordo siamo in grado di offrire ai consumatori un prodotto di qualità, sano, genuino e di cui è possibile tracciare l’origine”.

Scrivi un Commento