mysnack_autopromozione
Prodotti

Le prugne della California aumentano le vendite

prugne california
Redazione
Scritto da Redazione

Anche gli alimenti naturali che possono essere conservati per un lungo periodo mostrano un trend positivo.

Le vendite di alimenti naturali che possono essere conservati per lunghi periodi in dispensa stanno guadagnando terreno, poiché mai come in questo periodo i consumatori acquistano snack e ingredienti essenziali e a lunga durata.

Un esempio è proprio la frutta secca ed essiccata: il California Prune Board, consorzio che riunisce 800 coltivatori e 28 confezionatori di prugne della California, ha dichiarato che negli ultimi mesi ha registrato un aumento dell’11% per le importazioni di prugne della California rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si tratta di un trend che si riflette in diversi mercati internazionali del California Prune Board, e che è destinato a continuare, secondo Esther Ritson-Elliott, Director of International Marketing and Communications del California Prune Board.

I rivenditori statunitensi affermano che gli scaffali nel reparto frutta secca sono svuotati. Questa è una situazione senza precedenti che si riflette in diversi altri mercati in cui opera il California Prune Board, compresa l’Italia, poiché i consumatori cercano di rifornire il più possibile le loro dispense.

Esther Ritson-Elliott afferma: “In questo periodo, i consumatori stanno facendo scorta di prodotti essenziali che siano duraturi, soprattutto quelli che possono essere utilizzati in diversi modi. Le prugne della California possono essere un’utile alternativa, se i prodotti freschi sono difficili da reperire, poiché tre prugne della California al giorno equivalgono a una delle cinque porzioni di frutta e verdura quotidiane consigliate. Grazie all’alto contenuto di fibre, sono perfette per contribuire all’assunzione giornaliera di nutrienti essenziali. Le prugne della California sono inoltre molto versatili: ottime per essere consumate come snack, sono un ingrediente di alta qualità sia per piatti dolci sia salati”.

Le Prugne della California contengono un basso livello di umidità, grazie al quale possono essere conservate nella dispensa fino a un anno

“In questo contesto – conclude Esther Ritson-Elliott – le prugne della California sono più che mai attraenti per i consumatori. Vi è un’abbondanza di prove scientifiche che dimostrano come esse siano perfette per uno spuntino salutare o per essere utilizzate come ingrediente versatile in cucina, grazie alle loro grandi dimensioni, alla consistenza morbida e al gusto unico che le rendono un’idea sana e nutriente”.

 

 

Scrivi un Commento