fg_15ott-31dic
MySnack

Cibus Connect, anche la frutta secca protagonista

cibus connect
Redazione
Scritto da Redazione

Mercoledì 10 e giovedì 11 aprile l’appuntamento presso il quartiere fieristico di Parma.

Torna quest’anno Cibus Connect presso il quartiere fieristico di Parma. Il 10 e 11 aprile prossimi saranno presenti per l’occasione 900 marchi e 700 espositori, per circa 10.000 operatori e buyer attesi, di cui 3.000 dall’estero.

I 500 nuovi prodotti che saranno presentati in fiera saranno illustrati sul sito Cibus.it e sulla App Cibus, a partire dall’8 aprile. I Top 100 Prodotti Premium, selezionati da una giuria tecnica, saranno esposti nello spazio Cibus Innovation Corner, all’interno del Padiglione 6. Qui verranno esposti anche i prodotti premium a marchio del distributore delle maggiori insegne distributive: Coop, Conad, Esselunga, Auchan, Carrefour, Selex, Despar, Pam, Crai, D.It, SUN.

“La rilevante quantità di nuovi prodotti in esposizione a Cibus Connect – spiegano gli organizzatori – conferma l’impegno dell’industria alimentare italiana a reinterpretare la tradizione gastronomica del Paese, adattandola alle richieste dei consumatori, di prodotti attenti alla salute ma anche di gran gusto.

In particolare, nel settore dolciario saranno presentati tra l’altro wafer senza zuccheri, con maltivolo (Lago); i biscotti bio con melagrana (Di Leo); il panettone con cioccolato fondente e crema al caramello salato (Loison); il cioccolato fondente con lampone e mandorla (Elah Dufour); il cornetto con farina di legumi (Forno d’Asolo); il gelato bio con miele di acacia (Conapi).

Da segnalare inoltre che il 10 aprile verrà presentato il “Rapporto sulla competitività dell’agroalimentare nel Mezzogiorno”, realizzato da Ismea e Cibus in collaborazione con Federalimentare. Saranno analizzati gli scenari che si aprono per le imprese agroalimentari del Mezzogiorno rispetto al mercato interno ed estero. Nel pomeriggio del 10 si terrà invece il workshop “Dal category management al supply chain management: i best case internazionali di collaborazione tra distribuzione e industria agroalimentare”, co-organizzato con PwC, primaria società di consulenza, e i periodici Mark Up e Gdoweek, con gli interventi di autorevoli esperti internazionali. PwC presenterà il punto di vista di 1.378 Ceo e 250 Retailer in 91 Paesi nel mondo sul livello di fiducia nella crescita globale e del proprio business, insieme alle principali sfide che li attendono nel prossimo futuro e le strategie per affrontarle, con focus sull’internazionalizzazione. Saranno inoltre presentate le abitudini d’acquisto dei consumatori in ambito grocery emerse dalla 10° Global Consumer Insight Survey di PwC condotta su oltre 21.000 consumatori in 27 Paesi.

Nella mattina dell’11 aprile il workshop “Premium brand e premium store brand: drivers di sviluppo del retail food”, in collaborazione con il Gruppo Food.

Nel pomeriggio il convegno, organizzato da Deloitte, su “La promozione dei prodotti italiani nella grande distribuzione internazionale”. Dallo scaffale al carrello: le promozioni combinate e “cross-category” di successo dei prodotti italiani per lo sviluppo delle vendite nei punti di vendita della grande distribuzione internazionale. Nel parterre tecnici e retailers.

Scrivi un Commento