Aziende

Azienda Agricola Valier, al Sigep nel segno della noce

Valier Daniele
Redazione
Scritto da Redazione

Da 25 anni l’azienda agricola Valier di Borsea, in provincia di Rovigo, ha scelto di investire nella coltivazione della noce: 42 ettari di frutteto circondano il laboratorio aziendale, dove si producono noci in guscio, sgusciate e pasta.

La produzione del 2018 è stata superiore al 2017, e con un’ottima qualità: 1.300 quintali come prodotto in guscio e 400 quintali come prodotto sgusciato o in pasta.

Quest’anno, poi, per l’azienda è arrivato anche il debutto al Sigep. Il titolare Daniele Valier (nella foto) spiega: “E’ stata la nostra prima partecipazione a questo salone della gelateria e della pasticceria, ma nel settore siamo presenti da diversi anni, per cui abbiamo incontrato molti nostri clienti. A Rimini abbiamo presentato una novità per il mondo del gelato: la pasta di noci tostata, che finora avevamo sempre proposto in versione cruda. Ovviamente continuiamo a proporre anche referenze più tradizionali, come noci tostate e pasta cruda di noci.

L’obiettivo del 2019 è quello di ampliare il consumo del prodotto noce, che in gelateria è ancora poco utilizzato. Ci sono diverse realtà a livello italiano, anche molto importanti, che da quest’anno proporranno un gusto alla noce, e pensiamo che questo incrementerà il consumo, facendo da traino per tutto il resto del settore. In ogni caso ci aspettiamo una ripresa, pur sapendo che non possiamo competere come gusti e quantità rispetto ad altre varietà di frutta secca, come pistacchio e nocciola. Sicuramente gli spazi sulla noce stanno aumentando grazie ad una pubblicità positiva dovuta agli effetti benefici del frutto: nelle noci in guscio, già negli ultimi anni, c’è stato un incremento nei consumi. Noi crediamo che adesso i tempi siano maturi anche per lanciare la crema alle noci.

Per ora – ha concluso Valier – lavoriamo quasi esclusivamente con il mercato interno perché c’è ancora tanta richiesta a livello nazionale e non abbiamo quindi bisogno di andare all’estero. La Valier, del resto, coltiva un prodotto italiano per il mercato italiano, mirando al contempo a un progressivo ampliamento dell’offerta verso altri mercati, come ad esempio la Germania, che storicamente consuma molte più noci nella gelateria rispetto all’Italia, e altri paesi più lontani come Malesia e Vietnam, dove sta aumentando la richiesta del prodotto.

Scrivi un Commento