mysnack_autopromozione
Aziende Industria Dolciaria Trend e Consumi

I cantuccini puntano al “distretto”

cantuccini
Marco Pederzoli
Scritto da Marco Pederzoli

Non si ferma l’ascesa dei cantuccini toscani, i tipici biscotti secchi alle mandorle, freschi di ottenimento dell’IGP, indicazione geografica protetta. Dopo il riconoscimento ufficiale ottenuto in Europa, ora le 20 aziende facenti parte di Assocantuccini mirano a realizzare un vero e proprio distretto, per fare squadra e ampliarsi soprattutto sul mercato estero. Ad affermarlo è stato lo stesso presidente di Assocantuccini, Ubaldo Corsini, che ha annunciato: “Diventeremo distretto e guarderemo soprattutto al mercato estero”.

L’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, ha aggiunto: “La Toscana dell’eccellenza, dei territori e della qualità si sta affermando in tutti i settori; lavorando sul Distretto avremo modo di fare rete, andare sui mercati internazionali e avere successo”. Attualmente, è stato calcolato che il giro di affari dei cantuccini toscani totalizza 40 milioni di euro all’anno, con il 37% della produzione destinato all’estero. E proprio a una conferenza stampa cui hanno preso parte i già citati Ubaldo Corsini e Marco Remaschi, oltre ai consiglieri regionali Leonardo Marras, Nicola Ciolini e Ilaria Bugetti, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha dichiarato: “E’ giusto dare solennità all’acquisizione dell’Igp da parte dei cantuccini: le 20 aziende di Assocantuccini sapranno garantire che i nostri tipici biscotti siano sempre e solo prodotti doc della Toscana”.

Risale solo a pochi mesi fa l’ottenimento dell’indicazione geografica protetta per i cantuccini toscani. Ora, il disciplinare dell’IGP prevede innanzitutto l’impiego di mandorle dolci intere in misura non inferiore al 20%. Nella ricetta, poi, vanno anche il burro, il miele e le uova. Curioso è notare come la prima ricetta di questo biscotto si trovi in un manoscritto di Amadio Baldanzi, un erudito pratese del XVIII secolo, conservato nell’archivio di Stato di Prato. In questo documento, i biscotti vengono detti “alla genovese”.

Scrivi un Commento