Agrimola_top_18apr-29mag
Prodotti

Nocciole, un toccasana per il cuore

nocciole
Marco Pederzoli
Scritto da Marco Pederzoli

Arrivano nuove conferme riguardo ai benefici della frutta secca e, in particolare, delle nocciole. Alcuni giorni fa, la Nutrition Foundation of Italy ha infatti pubblicato un nuovo studio, volto a dimostrare i benefici che sull’uomo può avere questo frutto. A un gruppo di volontari, i ricercatori hanno proposto solo nocciole al naturale, mentre l’altro gruppo ha consumato solo nocciole tostate, salate e non (ovvero nocciole portate per 15 minuti a 100° C dopo un’immersione per 30 secondi in una soluzione di 5 parti di acqua e una parte di sale iodato). La sperimentazione è proseguita per 28 giorni, con porzioni per ciascun volontario di 30 grammi al giorno, ovvero esattamente la dose consigliata dalle linee guida nutrizionali internazionali.

I risultati osservati al termine dei 28 giorni, hanno presentato nel sangue di entrambi i gruppi un aumento sia dei livelli di apolipoproteina A1, sia dei livelli colesterolemia HDL, ovvero il cosiddetto “colesterolo buono”. Inoltre, è stata osservata, sempre per entrambi i gruppi di volontari che si sono sottoposti alla sperimentazione, una riduzione della pressione sistolica. Una delle differenze più rilevanti tra i due gruppi è stata la quantità piuttosto elevata di sodio presente nel sangue di chi ha consumato nocciole tostate e salate, il che suggerisce di alternare il consumo di nocciole fresche con quelle salate.

La Nutrition Foundation of Italy è stata costituita giuridicamente come associazione non-profit nel dicembre 1976, con l’obiettivo di attivare interazioni e collaborazioni con gli organi governativi, le università e con l’industria per contribuire allo sviluppo della ricerca scientifica, allo scambio di informazioni nel campo dell’alimentazione e alla promozione di ricerche interdisciplinari in questo settore.

Scrivi un Commento